Sesso Sicuro [C.e Polluce – 2002]

Uno dei metodi più sicuri e semplici di contraccezione è l’uso del preservativo.

Il preservativo viene usato da secoli, ma è caduto in disuso negli anni Sessanta e Settanta, sostituito da contraccettivi meno invadenti come la pillola.
Tuttavia, recentemente, il preservativo è tornato in auge, in parte perché non presenta effetti collaterali potenzialmente pericolosi e in parte per la sua capacità di proteggere entrambi i partner da varie forme di malattie veneree, in particolare dall’AIDS.
A parte l’AIDS, invariabilmente fatale, le altre malattie veneree sono relativamente innocue. Sono però tutte sgradevoli e molte possono comportare complicazioni gravi se non vengono curate in tempo o trascurate. L’unica cosa saggia che un individuo possa fare per prevenirle è quella di praticare il “sesso sicuro” e di evitare le attività che comportano il rischio di esposizione all’HIV, il virus di immunodeficienza umana responsabile dell’AIDS.
Ricordatevi che per ogni sorta di dolore, disagio, gonfiore o irritazione dei genitali è opportuno rivolgersi ad uno specialista.
Inoltre è particolarmente importante che l’uomo avverta la partner, perché nelle donne alcune malattie non producono alcun sintomo.
Alla donna ignara di poter essere stata contagiata, la malattia può procurare problemi gravi prima che si manifesti e si possa quindi provvedere alle cure necessarie.
Il concetto “sesso sicuro” si è sviluppato negli anni Ottanta, in risposta al diffondersi dell’AIDS, ma la pratica del sesso sicuro vi aiuterà a proteggervi anche da tutte le malattie veneree: è una questione di buon senso, unita alla consapevolezza dei rischi che le varie attività sessuali comportano.

ATTIVITA’ SESSUALI AD ALTO RISCHIO
Qualsiasi atto sessuale che provochi, intenzionalmente o accidentalmente, emorragia
Rapporto anale senza preservativo
Rapporto vaginale senza preservativo
Inserimento delle dita o della mano nell’ano
Penetrazione con gli stessi sussidi sessuali

ATTIVITA’ SESSUALE A MEDIO RISCHIO
Rapporto anale con preservativo
Rapporto vaginale con preservativo
Cunnilingus
Fellatio, specie se con orgasmo
Baci e leccamenti anali
Attività sessuali che comportino minzione

ATTIVITA’ SESSUALI A BASSO RISCHIO
masturbazione reciproca
strofinamento dei genitali contro il corpo del partner

L’uso del preservativo

Il preservativo anche se non garantisce una protezione assoluta, riduce i rischi in modo sostanziale: naturalmente è indispensabile usarlo in maniera corretta.
Ecco come:
· il preservativo dev’essere sistemato prima della penetrazione vaginale o anale o del sesso orale, e il pene deve essere in erezione.
· Fare uscire l’aria dall’estremità e srotolare il preservativo sul pene. Per non romperlo non tirare forte e attenzione alle unghie lunghe perché potrebbero danneggiarlo.
· Nell’estrarre il pene dalla vagina, tenete ferma la base del preservativo per evitare che lo sperma fuoriesca.

In commercio ce ne sono ormai di svariati tipi per soddisfare tutte le esigenze; una marca molto nota di profilattici propone addirittura un tipo con anello applicatore che consente di infilare il profilattico senza impacci e rischi di rottura.
C. e Polluce -2002

Share

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *