A.A.A. Trombare a casa…. boom per gli annunci on-line e non solo

Fatta la legge, trovato l’inganno! …….o meglio, ci si organizza anche con l’aiuto del WEB protagonista con il boom di annunci per prestazioni sessuali
Le recenti leggi e disposizioni comunali che vietano l’on-the-road non risolvono il (vero) problema che sta nello sfruttamento
Chi era vittima di sfruttamenti lo è tutt’ora negli appartamenti e nei night club e solo la “legalizzazione” del sesso potrebbe contrastare i reati
Trombare non può essere un reato e non deve essere un piacere minato da mille divieti e paure !
Annunci di prestazioni inequivocaboli sono in aumento vertiginoso sul web, sui quotidiani nazionali e, oggi, le prestazioni sessuali al “riparo” da brutte sorprese di sindaco-sceriffi rappresentano oltre il 50% dei casi
I portali web di escort stanno vivendo un periodo eccezionale e sono presi d’assalto da chi vuole mettere un annuncio e da chi vuole selezionare e scegliere una donna disposta a fornire una prestazione…. (pagando s’intende!)

Share

One comment

  1. Anonymous scrive:

    Tacchi>>>

    ""legalizzazione" del sesso potrebbe contrastare i reati"2
    NON PENSO PROPRIO che legalizzare la marchetta dove una donna venga violentata sia una soluzione, è come legalizzare uno stupro (RICORDA CHE OGNI MARCHETTA DELLE SFRUTTATE, E' UNO STUPRO).
    "Trombare non può essere un reato e non deve essere un piacere minato da mille divieti e paure !" Vedo che hai una visione maschilista , molto molto maschilista ed ottusa del sesso.
    Trombare non è reato, pagare il delicato sesso di una donna SI:PENSACI. Hai paura che la marchetta-stupro che hai pagato venga minata da divieti e paure? Poverino, questi sì, che son problemi della vita….(prova a fare sesso senza pagare, vedrai che forse sei tranquillo di più)
    (e soprattutto NON AMPLIFICHI IL MERCATO DELLE SFRUTTATE)
    Invece di pagare le donne imparate a difenderle.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *